ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI

di C.Goldoni

A Venezia si stanno celebrando le nozze tra Clarice, figlia di Pantalone dei Bisognosi e Silvio, figlio del Dottor Lombardi, nozze rese possibili dalla notizia della morte di Federico Rasponi, corrispondente commerciale di Pantalone, nonché promesso di Clarice. Proprio a conclusione della cerimonia di fidanzamento, tuttavia, l’arrivo di Beatrice che, sotto mentite spoglie si fa passare per il fratello Federico, darà vita ad un conflitto tra le due famiglie risolto solo dall’agnizione finale e dal felice matrimonio delle due coppie. Truffaldino, servitore di Beatrice, accetta di servire anche Florindo, l’innamorato di cui ella è in cerca, riparato in Venezia perchè accusato di aver ucciso in duello proprio Federico. Arlecchino, spinto anche dal suo insaziabile appetito, vuol mettere alla prova la sua abilità nel servire contemporaneamente due padroni, all’insaputa di entrambi. Per farlo mette in moto una serie di equivoci e di gaffes cui cercherà di rimediare fino al tracollo finale quando, messo alle strette, sarà lui stesso a svelare l’imbroglio ai suoi due padroni.

 

personaggi e interpreti: Arlecchino/ANDREA SALVADE' -  Beatrice/GIOVANNA CORTI - Florindo/SERGIO CARRARO - Pantalone/MORENO BERTONI -

Clarice/ELEONORA D'ANIELLO - Silvio/GABRIELE TAGLIABUE - Smeraldina/FABIANA RONZONI - Brighella/UMBERTO FUMAROLA

regia/ALFREDO CAPRANI

 

 

Compagnia Teatrale  "Città di Como" Associazione culturale - Loc.San Pancrazio  - 22020 Ramponio-Verna (Como) P.I. 02122850130  C.F. 95020470134 - tel/fax 031278500 

                                                                                                                          mail - teatrocomo@tin.it